Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

ASP Enna

Contatti:

Viale Armando Diaz, 7/9
CAP 94100 Enna (EN)

Email
Sito Web
0935 520111
0935 520127

Direzione aziendale:

Giovanna Fidelio
Direttore Generale

Maurizio Lanza
Direttore Amministrativo

Emanuele Cassarà
Direttore Sanitario

FEED RSS
  • 06/12/2018

    La gestione delle urgenze in Psichiatria

    Il Reparto della Psichiatria dell’Umberto I sarà intitolato alla memoria del dr. Angelo Spucches

    Si terrà presso l'aula convegni dell'Ospedale Umberto I di Enna, nella giornata di sabato 15 dicembre 2018, l’evento dedicato a trattare il tema della gestione delle urgenze in Psichiatria, organizzato dal Dipartimento Salute Mentale diretto dal dr. Giuseppe Cuccì.

    Il programma prevede alle ore 9.30 l’intitolazione del reparto di Psichiatria alla memoria dello psichiatra scomparso Angelo Spucches, a lungo primario del Servizio Prevenzione Diagnosi e Cura (SPDC) dell’Umberto I di Enna. Il medico sarà ricordato da Francesco Paolo Scarlata. Moderatori saranno Vincenzo Caraci, a lungo Direttore del Dipartimento Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria di Enna, e l’attuale direttore Giuseppe Cuccì. Un’altra figura nota della psichiatria ennese sarà presente: Pasqualino Ancona, anch’egli a capo del DSM fino ad alcuni anni fa, tratterrà il tema

    delle Urgenze Psichiatriche. Filippo Drago (Catania) tratterà “La terapia psicofarmacologica nelle urgenze psichiatriche”; Eugenio Aguglia (Catania) illustrerà i “Profili di responsabilità penale dello psichiatra”, Giuseppe Fichera (Catania) affronterà il tema della “Gestione del suicidio al Pronto Soccorso”. Nel pomeriggio, tavola rotonda sulle urgenze, moderata dalle psichiatre Carmela Murè (Nicosia) e Giuseppina Rizzo (Enna), con la partecipazione di operatori della Psichiatria e sindaci della Provincia: Mario Bellomo (Enna), Angelo Bonaventura (Enna), Luigi Bonelli (Nicosia), Nino Cammarata (Piazza Armerina), Giuseppe Cuccì (Enna), Stefano Dell’Aera (Enna), Maurizio Dipietro (Enna), Renato Valenti (Enna) e Salvatore Zappulla (Enna). La segreteria scientifica dell’evento è a cura di Antonino Messina e Giuseppe Laneri; responsabile scientifico è la psichiatra Maria Parisi.

    Leggi tutto
  • 05/12/2018

    Linee guida e monitoraggio sovraffollamento Pronto Soccorso

    In allegato il documento dell'ASP di Enna

    Leggi tutto
  • 04/12/2018

    Presepe, laboratori e teatro a cura del Centro Salute Mentale di Nicosia

    Il Presepe sarà montato nell'androne del Palazzo Comunale a Nicosia e verrà inaugurato il 10 Dicembre alle ore 11.

    Il Dipartimento Salute Mentale, diretto dal Dott. Giuseppe Cuccì, ha attivato da tre anni la progettualità dei PAL (Piani di Azione Locale), cioè la presa in carico degli utenti attraverso l'assistenza domiciliare e aggregativa con il coinvolgimento dei Comuni e delle Cooperative inserite nell'Albo Aziendale.

    “I PAL – evidenzia il dr. Cuccì – hanno rappresentato, per il Dipartimento Salute Mentale dell’ASP di Enna, un notevole lavoro organizzativo e nulla si sarebbe potuto realizzare senza la fattiva ed egregia collaborazione di tutto il personale coinvolto e la collaborazione del settore amministrativo del Dipartimento, coordinato dal rag. Lino Di Franco. Tutti e quattro i Centri di Salute Mentale, presenti a Enna, Piazza Armerina, Leonforte e Nicosia, hanno attivato dei percorsi personalizzati per i propri utenti o in attività domiciliari o in centri di aggregazione. La progettualità, arrivata al terzo anno, sta dando i suoi frutti: infatti si stanno notando miglioramenti notevoli nella presa in carico degli utenti che hanno determinato la riduzione dei ricoveri, anche in TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio), e la riduzione dei dosaggi farmacologici”.

    Nell'ambito di tale progettualità, il CSM di Nicosia, diretto dalla Dott.ssa Carmela Murè, ha attivato percorsi personalizzati e un Centro di Aggregazione, gestito dalla Cooperativa “Solidarietà Erbitense”, all'interno del quale vengono effettuati i laboratori di Danzaterapia, di Pelletteria, Fotografia e Ceramica.

    Nei primi due anni, nel laboratorio di ceramica, gestito dal Maestro Salvatore Tamburello, si è attivato l’attività di manipolazione della creta con la creazione di piccoli oggetti.

    Quest'anno si è voluto meglio finalizzare il compito con la creazione del Presepe; tutti gli utenti, magistralmente guidati dal maestro, hanno realizzato, in questi mesi, le statuine e gli altri addobbi del presepe, che si è deciso di ambientare a Nicosia.

    “Inoltre, – dichiarano dal CSM di Nicosia – gli utenti e gli operatori hanno partecipato a un incontro pomeridiano in cui, per dare più “valore” al lavoro effettuato in questi mesi, la dott.ssa Carmela Murè ha parlato della storia del Presepe e Padre Mario del valore religioso del Presepe”.

    Il Presepe sarà montato nell'androne del Palazzo Comunale a Nicosia e verrà inaugurato il 10 Dicembre alle ore 11.

    Sempre nell'ambito della progettualità dei PAL, il Dipartimento Salute Mentale e il CSM di Nicosia stanno attivando il progetto teatro denominato Risvegli.

    “Il progetto teatro – sottolinea l’equipe – vuole rappresentare un'altra sfida per tutti gli operatori coinvolti, perché per la prima volta gli utenti del CSM e delle Comunità Alloggio e della CTA (Comunità Terapeutica Assistita) si ritroveranno a lavorare insieme con l'obiettivo di raggiungere un obiettivo comune. Un grazie va rivolto a tutti i componenti del CSM: dott.L. Bonelli,Dott.ssa T. Gugliuzza, Dott. A. Raspanti, Dott.ssa B. Gulino, Capo Sala M. Maggio ,che con la loro fattiva collaborazione hanno reso possibile il lavoro di rete effettuato.

    La realizzazione di questo nuovo modo di lavorare ha infatti portato operatori e utenti a uscire da una logica meramente medicalizzata e “ospedalocentrica” per sperimentare un vissuto territoriale capace di generare risorse curative diverse”.

    Leggi tutto
  • 28/11/2018

    Prelievo cornee da donatore deceduto presso il P.O. Umberto I

    Effettuato un prelievo di cornee da un paziente deceduto presso l’Unità Operativa di Rianimazione del Presidio Ospedaliero Umberto I di Enna.

    “Nel pomeriggio di giorno 22 novembre, presso l'Ospedale Umberto I di Enna, - dichiara il Coordinatore Locale per i prelievi dell'ASP di Enna, D.ssa Cancaro Angela, - si è proceduto al prelievo di cornee da un paziente deceduto per arresto cardiaco. Il prelievo è stato eseguito qualche ora dopo l'avvenuta morte cardiaca. Ciò è stato possibile grazie al consenso dei familiari. Le cornee sono state inviate alla Banca delle Cornee.”

    Il grande gesto di solidarietà da parte dei familiari del donatore e la professionalità di chi in questo settore è impegnato da anni hanno reso possibile un evento finalizzato a migliorare la vita di coloro che ripongono nel trapianto la loro unica speranza.

    La Direzione dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Enna ringrazia la famiglia del donatore, gli infermieri del Coordinamento Locale per i prelievi Giovanni Iannello e Fabio Guarneri, il Dr. Domenico Giustino e il Dr. Luigi Messina del reparto di Oculistica, il personale di Anestesia e Rianimazione, la Direzione Sanitaria di Presidio e il Centro Regionale dei Trapianti.


    Leggi tutto
  • 26/11/2018

    "Ti amo da non morire": progetto con le scuole sulla violenza di genere

    Sono arrivati da ogni parte della provincia i pullman delle scuole con gli studenti che dall’anno scorso lavorano al progetto sulla violenza di genere. Una grande partecipazione non solo numerica ma anche emotiva per l’evento “Ti amo da non morire”, con protagonisti i ragazzi con i loro video di altissima qualità nei contenuti, dal primo all’ultimo mostrato. In molti si sono anche esibiti cantando, recitando e offrendo un assaggio della loro qualità nell’arte culinaria.

    La violenza, l’amore, la libertà di espressione e il rispetto dell’autonomia delle donne sono i temi affrontati dai ragazzi con naturalezza, semplicità e coinvolgimento emotivo. “Noi adulti oggi abbiamo appreso molto dai nostri studenti”, ha commentato un insegnante. Il Teatro Garibaldi di Enna è stato la cornice suggestiva dell’evento organizzato dalla Unità Operativa Materno Infantile Territoriale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna in collaborazione con l’Associazione Donne Insieme Sandra Crescimanno e con il patrocinio del Comune di Enna. Si conclude, pertanto, con la presentazione dei lavori realizzati dagli studenti nelle varie scuole della provincia, il progetto di prevenzione delle violenze di genere che è stato illustrato dalla dirigente del Dipartimento Materno Infantile dell’ASP, dr.ssa Loredana Disimone, e dalla presidente dell’Ass. DonneInsieme, dr.ssa Maria Grasso.

    Hanno condotto la giornata la dott.ssa Viviana Arangio, volontaria Ass.DonneInsieme e il dott. Paolo Favazza, Consultorio Familiare ASP Enna. Sono stati presentati i lavori realizzati dagli alunni dei seguenti istituti: “A. Volta” di Nicosia,con “Costume a tema”, esibizione dal vivo, I.T. “S. Citelli” di Regalbuto, con il video “Ti amo da non morire”, Liceo scienze Umane “F. Fedele” di Agira, con il video “Mi chiamo Biancaneve”, I.I.S.S. “Fratelli Testa” di Nicosia con i brani dal vivo “Medea” e con il video “Ti amo da vivere”, l’ L’I.I.S.S. “L. Da Vinci”, Liceo Scienze Umane, di Piazza Armerina con il video “#oggimenodidomani”, il Liceo Scientifico “MAIORANA–CASCINO” di Piazza Armerina con il video “Ti amo da vivere”, l’I.I.S.S “N. Colajanni”, Liceo Scienze Umane e Musicale di Enna, “Sono Io Cenerentola” esibizione dal vivo, il Liceo Classico “MAIORANA-CASCINO” di Piazza Armerina con il video “Piccola Anima” , il Liceo Scientifico “E. Medi” di Leonforte con il video “Intervista Inchiesta”, l’Ist. Prof. Alberghiero “ S. QUASIMODO” di Nicosia, con “Menù a tema”, esibizione dal vivo, l’I.I.S.S “N. Colajanni”, Liceo Scienze Umane e Musicale di Enna, con “Il Disincanto di Bella” esibizione dal vivo, e l’I.I.S.S. “L. DA VINCI- BORIS GIULIANO” di Piazza Armerina con il video #senzaparole” video.

    Al termine dello spettacolo, nel foyer del Teatro, è stato offerto l’aperitivo “Menù a tema” realizzato dagli alunni dell’Istituto Professionale Alberghiero “S. Quasimodo” di Nicosia.

    Leggi tutto
Presentazione
Studi e Ricerche

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna garantisce la tutela della salute come diritto fondamentale della persona e interesse della collettività. I principi ispiratori aziendali sono orientati verso la centralità della persona titolare del diritto della salute, l’equità nell’accesso alle prestazioni sanitarie e socio-sanitarie e ai servizi sanitari e la copertura assistenziale, assicurando livelli essenziali e uniformi di assistenza che vengono garantiti sull’intero territorio Ennese. L'Azienda Sanitaria Provinciale di Enna comprende il territorio della provincia di Enna più il Comune di Capizzi (ME) per una popolazione pari a 180.000 abitanti.

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.