Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

Implementazione di un centro dedicato alla neuro-oncologia

Marche Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Creare ed implementare un centro integrato di neuro-oncologia, puntando sulla formazione di una aggregazione professionale multidisciplinare (neurologo, neurochirurgo, oncologo, radioterapista, neuro-radiologo, anatomopatologo) che gestisca i pazienti affetti da neoformazione cerebrale in un’ottica plurispecialistica e multidisciplinare. Con l’intento di fornire, oltre alle indicazioni prognostiche e terapeutiche, anche elementi clinico-assistenziali e dunque di costituire quel continuum assistenziale considerato fondamentale per garantire il miglior livello di qualità di vita in ogni fase dell’evoluzione clinica. E’ questa la strada scelta dall’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona, che nel dicembre del 2011 ha lanciato il progetto “Implementazione di un centro dedicato alla Neuro-Oncologia”, focalizzando l’attenzione sulla figura del neurologo, identificato come ‘case manager’ del paziente e come elemento strategico dell’intero sistema, e sulla personalizzazione degli approcci terapeutici. In quest’ottica la fase preliminare di progettazione ha riguardato l’individuazione delle esigenze dei pazienti affetti da neoplasia primitiva del sistema nervoso centrale e le criticità da essi riscontrate nell’ambito dell’assistenza ospedaliera. Successivamente si è proceduto alla individuazione della popolazione a cui destinare il progetto e alla definizione del profilo di cura, con la selezione dei professionisti elettivamente coinvolti nel processo assistenziale. E’ stato poi realizzato uno studio di fattibilità e di verifica dei rapporti di collaborazione diretta stabiliti con i reparti di neurochirurgia, attraverso l’attivazione di flussi informativi continui, in maniera tale da superare gli elementi di debolezza comunicativa riscontrati sia tra gli operatori che tra operatori e paziente. E solo al termine di questo percorso sono stati elaborati, sulla base di best practice nazionali ed internazionali, protocolli specifici per il trattamento delle singole tipologie di tumore cerebrale e per la gestione globale del paziente, tenendo conto, tra le altre cose, delle disabilità motorie, delle caratteristiche cognitivo-comportamentali, del contesto socio-economico, degli effetti collaterali delle terapie e delle complicanze. È stata inoltre prevista, periodicamente, la verifica dell’efficacia del processo assistenziale, mediante la registrazione delle criticità riscontrate dal paziente e dai caregiver nell’ambito delle procedure di comunicazione, e un’attività di counseling finalizzata alla identificazione e risoluzione delle problematiche emergenti nella gestione del paziente. In sintesi, l’Azienda è stata capace di realizzare una rete assistenziale integrata tra diversi professionisti, rivolta a soggetti con neoformazione cerebrale, che ha permesso di ottenere un miglioramento della prognosi sia in termini di ‘overall survival’ sia in termini di ‘relapse free survival’ grazie ad una più appropriata selezione di protocolli terapeutico-assistenziali (individuati sulla base delle best practice nazionali ed internazionali), al tempestivo riconoscimento e trattamento delle complicanze secondarie e  all’incremento dell’efficienza delle procedure comunicative, sia tra professionisti che tra professionisti e paziente/caregiver. Da sottolineare, infine, il feedback ricevuto dai pazienti, che hanno espresso una maggior fiducia in quelle strutture che garantiscono un approccio globale di assistenza.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Paolo Galassi
Già Direttore Generale

REFERENTE

Giovanni Lagalla
Direttore Dipartimento Scienze Neurologiche

Leandro Provinciali
Direttore Dipartimento di Scienze Neurologiche

Esperienze simili

Creazione ed attuazione di un percorso diagnostico terapeutico assistenziale per la gestione e la cura del piede diabetico nell’Area Vasta Giuliano-Isontina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Il termine “piede diabetico”, che indica la complessa patologia che può svilupparsi a carico del piede nei pazienti con diabete, rappresenta la prima causa di amputazione non traumatica degli arti ed è un frequente motivo di ricovero in ospedale. Bas...

Leggi tutto...

La gestione integrata e multidisciplinare del Servizio di nutrizione artificiale domiciliare attraverso un gruppo aziendale dedicato

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

Costituire un gruppo di lavoro multidisciplinare sulla nutrizione artificiale domiciliare (NAD), con l’obiettivo di ‘decentralizzare’le differenti fasi che partono dalla prescrizione della dieta artificiale da parte del medico ospedaliero e consentir...

Leggi tutto...

Applicazione del braccialetto identificativo al paziente degente nell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma

AOU Parma

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Costringere un paziente ad indossare un braccialetto identificativo solo non molto tempo fa sarebbe stato considerato un comportamento discriminatorio e anche politicamente scorretto. Oggi, fortunatamente, questi pregiudizi (dettati da retaggi storio...

Leggi tutto...

Percorso multidisciplinare per la gestione del piede diabetico

AUSL Piacenza

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Con l’aumento della sopravvivenza dei pazienti diabetici e con l’incremento dell’età media della popolazione generale, la patologia del piede diabetico è diventata la complicanza tardiva del diabete mellito con più rilevante peso sociale ed economico...

Leggi tutto...
CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.