Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

Nardino

Puglia Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Attivare sul territorio forme di assistenza primaria in grado di offrire una risposta ottimale in termini di efficienza, efficacia e gradimento ai soggetti affetti da patologie croniche. Seguendo questo ideale filo conduttore l’Agenzia regionale Pugliese ARES ha attivato nel febbraio del 2012, in alcune aree della ASL BT (Barletta-Andria-Trani), il cosiddetto progetto “Nardino”, basandosi sulla presa in carico del paziente cronico nell’ambito delle cure primarie secondo il Chronic Care Model. La ASL BT si estende su un territorio di dieci Comuni, ha una popolazione totale di 400mila abitanti e include cinque presìdi ospedalieri e cinque distretti socio-sanitari. Nel corso del 2011 sono stati dismessi gli ospedali di Minervino Murge e Spinazzola, nel rispetto di quanto previsto dai piani di rientro e di riordino ospedaliero e sono state attivate o potenziate strutture territoriali di assistenza alla persona per promuovere modalità alternative al ricovero ospedaliero. In particolare, il Progetto Nardino è stato attivato nei comuni di Minervino Murge e Spinazzola, dopo aver realizzato una fase di analisi e di studio dei flussi informativi relativi al numero e alla tipologia dei ricoveri, per identificare nella maniera più dettagliata possibile la domanda di cura espressa dalla popolazione.

I dati registrati avevano infatti messo in evidenza la necessità di favorire forme di assistenza primaria. E gli utenti risultavano affetti in prevalenza da patologie croniche che davano luogo nella maggior parte dei casi a ricoveri inappropriati. In tal senso l’approccio utilizzato per il progetto Nardino è quello definito dal ‘Disease Management’ che prevede il coinvolgimento di tutti gli operatori di assistenza per la presa incarico dei fabbisogni complessi di salute del paziente, non solo quelli di tipo clinico o diagnostico-terapeutici ma anche quelli relativi alla qualità della vita, secondo il concetto di “salute globale” sviluppato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Lo sviluppo del modello di presa in carico delle patologie croniche è stato sviluppato in collaborazione con i medici di medicina generale che, aderendo all’iniziativa, hanno consentito e facilitato l’arruolamento dei pazienti, e prevede il coinvolgimento di due infermieri dedicati e un coordinatore che diventano il punto di riferimento principale per i pazienti cronici: essi hanno il compito di definire insieme con il medico di base il piano assistenziale individuale, organizzano il follow up e coordinano le attività di formazione rivolte ai pazienti e ai loro familiari. L’implementazione del modello è stata associata all’attivazione di16 ambulatori specialistici a Minervino e di 14 ambulatori specialistici a Spinazzola, dove sono attivi quattro medici di medicina generale e sono stati arruolati 193 pazienti. Mentre a Minervino, dove sono attivi nove medici di medicina generale, sono stati arruolati 21 pazienti. Più in generale, l’attivazione del progetto Nardino ha già fatto registrare significativi risultati in termini di efficienza, efficacia e gradimento: i dati relativi alla spesa farmaceutica mostrano una riduzione del consumo del 30%, mentre i ricoveri legati alla patologia sono diminuiti del 25%. E’ inoltre diminuito il ricorso alla diagnostica di laboratorio per il rischio cardio-vascolare mentre c’è stato un incremento, che oscilla tra il 15 e il 20%, delle prestazioni specialistiche, degli esami strumentali e della diagnostica per immagini. Il progetto, inoltre, ha determinato un drastico crollo dei tempi di attesa per i pazienti coinvolti nel progetto e ha affiancato al paziente una figura di fiducia con funzioni educative e assistenziali. L’estensione del modello, infine, è in fase di avvio anche all’ospedale di Trani, interessato da un processo di territorializzazione dei servizi di assistenza.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Giovanni Gorgoni
Direttore Generale

REFERENTE

Domenico Antonelli
Dirigente Professioni Sanitarie

Esperienze simili

Riabilitazione psicologica nei reparti critici

AO Opedali Riuniti "Papardo - Piemonte"

data: 2013

Regione: Sicilia

Condivisione, continuità e interdisciplinarietà. Ispirandosi a questi 3 principi chiave, che dovrebbero far parte del bagaglio culturale di ogni progetto sanitario che si occupi di integrazione socio-sanitaria e ‘presa in carico’ delle patologie cron...

Leggi tutto...

A.N.C.O.R.A. – Accoglienza Non Collaboranti: Orientamento alle Risorse Assistenziali

AOU Policlinico Paolo Giaccone di Palermo

data: 2013

Regione: Sicilia

Una realtà alla quale ‘ancorarsi’, per ricevere sostegno e aiuto in ambito ospedaliero. È necessario partire dal titolo del progetto, A.N.C.O.R.A., messo in piedi nel gennaio del 2011 dal Policlinico Giaccone di Palermo, per rendersi conto di quanto ...

Leggi tutto...

Percorsi diagnostici terapeutici assistenziali integrati come strumento di governo clinico per il miglioramento della qualità dell’assistenza

AOU di Parma

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Se ne parla e la si invoca da anni, oramai quasi da un decennio, come il rimedio perfetto per contrastare i tanti problemi sanitari, di bilancio e di gestione, che affliggono le complesse società moderne. Stiamo parlando della cosiddetta ‘continuità ...

Leggi tutto...

SCAP – Servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica

ASL Bt

data: 2013

Regione: Puglia

Ideare un servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica, da realizzare in collaborazione con i pediatri di famiglia, per rispondere ad un problema molto sentito tra la popolazione locale: la mancanza di assistenza pediatrica specialistica durante i...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.