Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

Riabilitazione psicologica nei reparti critici

Sicilia Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Condivisione, continuità e interdisciplinarietà. Ispirandosi a questi 3 principi chiave, che dovrebbero far parte del bagaglio culturale di ogni progetto sanitario che si occupi di integrazione socio-sanitaria e ‘presa in carico’ delle patologie croniche e cronico-degenerative, nel marzo del 2012 l’Azienda Ospedaliera Papardo Piemonte di Messina ha dato il via ad un ambizioso progetto sperimentale sulla riabilitazione psicologica nei reparti critici. Con la convinzione di poter costruire un percorso per alcuni aspetti innovativo, che tiene conto del nuovo ruolo e del contributo della psicologia ospedaliera e che mira, al tempo stesso, a delineare un modello di intervento più coerente, che prevede la presenza di psicologi non solo all’interno dei percorsi clinico-assistenziali specifici (oncologia, pediatria, cardiologia, trapianti) ma anche come supporto per i familiari e risorsa interna per il personale sanitario e per tutta l’organizzazione. E proprio in questa direzione si è mossa l’Azienda Ospedaliera Papardo Piemonte di Messina, che aveva come obiettivo specifico quello di orientare il malato con patologie oncologiche e/o ad alto indice di criticità ed il suo nucleo familiare, garantendo la continuità assistenziale dopo la dimissione dall’ospedale e la presa in carico del paziente e della famiglia da parte dei servizi territoriali. Il progetto, che nasce nell’ambito dei Progetti di PSN 2010/2011, è stato preceduto da una puntuale azione di progettazione e ha avuto un costo annuo di gestione di circa 98mila euro, finanziati dalla Regione Sicilia. Esso ha avuto innanzitutto il merito di essere riuscito nell’arduo compito di fornire una migliore integrazione ospedale-territorio, ma si è caratterizzato anche per la gestione congiunta dei pazienti e per la banca dati informatica condivisa con il territorio. Complessivamente sono stati trattati ad oggi 387 pazienti, prevalentemente provenienti dai reparti di ematologia, riabilitazione, chirurgia generale e cardiochirurgia, per un totale di 2473interventi. Inoltre, grazie soprattutto al forte impulso della Direzione Generale, alla motivazione degli operatori coinvolti e al loro livello di professionalità, questo innovativo progetto ha permesso di ottenere risultati positivi in termini di incremento della produttività, con un aumento dei pazienti trattati, in termini di appropriatezza organizzativa, grazie all’attività formativa rivolta al personale, e in termini di appropriatezza clinica e prescrittiva. L’esperienza realizzata dall’Azienda Ospedaliera Papardo Piemonte non è stata riprodotta in altre realtà ma è stata in parte adottata in forma stabile dall’Azienda.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA
  • AO Opedali Riuniti "Papardo - Piemonte"
DIRETTORE GENERALE

Armando Caruso
Direttore Generale

REFERENTE

Giuseppe Luppino
Direttore S.C. Anestesia Rianimazione

Gaetano Ferlazzo
Direttore S.C. Staff Aziendali

Esperienze simili

A.N.C.O.R.A. – Accoglienza Non Collaboranti: Orientamento alle Risorse Assistenziali

AOU Policlinico Paolo Giaccone di Palermo

data: 2013

Regione: Sicilia

Una realtà alla quale ‘ancorarsi’, per ricevere sostegno e aiuto in ambito ospedaliero. È necessario partire dal titolo del progetto, A.N.C.O.R.A., messo in piedi nel gennaio del 2011 dal Policlinico Giaccone di Palermo, per rendersi conto di quanto ...

Leggi tutto...

SCAP – Servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica

ASL Bt

data: 2013

Regione: Puglia

Ideare un servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica, da realizzare in collaborazione con i pediatri di famiglia, per rispondere ad un problema molto sentito tra la popolazione locale: la mancanza di assistenza pediatrica specialistica durante i...

Leggi tutto...

Percorsi diagnostici terapeutici assistenziali integrati come strumento di governo clinico per il miglioramento della qualità dell’assistenza

AOU di Parma

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Se ne parla e la si invoca da anni, oramai quasi da un decennio, come il rimedio perfetto per contrastare i tanti problemi sanitari, di bilancio e di gestione, che affliggono le complesse società moderne. Stiamo parlando della cosiddetta ‘continuità ...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.