Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

SCAP – Servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica

Puglia Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Ideare un servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica, da realizzare in collaborazione con i pediatri di famiglia, per rispondere ad un problema molto sentito tra la popolazione locale: la mancanza di assistenza pediatrica specialistica durante i festivi e i prefestivi, quando  la pediatria di libera scelta deroga le sue funzioni alla continuità assistenziale generica. Una situazione, quest’ultima, che spesso determina un ricorso eccessivo al Pronto Soccorso per una consulenza specialistica pediatrica anche da parte dei codici bianchi e verdi. Per cercare di risolvere la questione la ASLO BT (Barletta-Andria-Trani) a dicembre dello scorso anno ha deciso di far partire il progetto SCAP (Servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica), con l’obiettivo di mettere in piedi un modello organizzativo in grado di integrare l’assistenza territoriale (pediatria di famiglia) e quella ospedaliera (Pronto Soccorso). D’altronde, che l’esigenza espressa dalla popolazione avesse un fondamento reale lo dimostrano i dati: nel 2011 ci sono stati 14621 accessi al Pronto Soccorso di pazienti in età 0-14 anni per codici bianchi (3015) e verdi (11606) a fronte di soli 1530 accessi per codici gialli (1511) o rossi (19). Di questi, 4224 si sono concentrati nei giorni festivi e prefestivi con un rapporto medio giornaliero di 36,4 accessi/die nei giorni feriali e di 52,8 accessi/die nei giorni festivi e prefestivi. In tal senso il servizio di assistenza SCAP è stato pensato anche per garantire una maggiore appropriatezza delle prestazioni ambulatoriali per pazienti a bassa priorità che accedono al Pronto Soccorso (codici bianchi), riducendo il numero di ricoveri inappropriati durante i giorni festivi e prefestivi. Così in tutti gli ospedali della ASL BT (Andria, Barletta, Canosa, Trani, Bisceglie), in collaborazione con i Pediatri di famiglia (con i quali è stato firmato un protocollo d’intesa), è stato attivato un servizio di consulenza ambulatoriale pediatrica attivo il sabato e la domenica, i giorni festivi e prefestivi dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 con pediatri di libera scelta e personale infermieristico della ASL BT. Il modello di assistenza ha previsto una prima fase durante la quale la presa in carico del paziente pediatrico veniva effettuata dal Pronto Soccorso e una seconda fase in cui la presa in carico del paziente (0-14 anni) viene effettuata direttamente dal personale medico e infermieristico dell’ambulatorio SCAP. Il monitoraggio costante dei dati ha messo in evidenza che nei primi quattro mesi nei giorni festivi e prefestivi sono diminuiti i bambini complessivamente presi in carico direttamente dal Pronto Soccorso (-17%) e  i ricoveri ospedalieri (-12%), mentre i codici bianchi e verdi sono diminuiti del 6% anche se sono stati più che compensati dalle prese in carico dell’ambulatorio SCAP: a fronte infatti di 441 accessi mensili di Pronto Soccorso di bassa priorità, gli accessi medi allo SCAP sono stati 673, a dimostrazione di come il nuovo servizio oltre che integrare l’attività del Pronto Soccorso rappresenti di fatto anche una prestazione territoriale aggiuntiva. In sintesi, il servizio ambulatoriale pediatrico ha permesso una perfetta integrazione tra servizi territoriali e ospedalieri e tra personale convenzionato e personale dipendente e ha, in soli quattro mesi, determinato una significativa diminuzione dei ricoveri ospedalieri pediatrici. I dati di accesso, infine, mettono in evidenza che il servizio ha intercettato perfettamente una esigenza del territorio: dal 15 dicembre 2012 ad aprile 2013, gli accessi complessivi sono stati quasi 3mila.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Giovanni Gorgoni
Direttore Generale

REFERENTE

Giuseppe Coratella
Direttore Distretto Socio Sanitario Andria

Esperienze simili

Riabilitazione psicologica nei reparti critici

AO Opedali Riuniti "Papardo - Piemonte"

data: 2013

Regione: Sicilia

Condivisione, continuità e interdisciplinarietà. Ispirandosi a questi 3 principi chiave, che dovrebbero far parte del bagaglio culturale di ogni progetto sanitario che si occupi di integrazione socio-sanitaria e ‘presa in carico’ delle patologie cron...

Leggi tutto...

A.N.C.O.R.A. – Accoglienza Non Collaboranti: Orientamento alle Risorse Assistenziali

AOU Policlinico Paolo Giaccone di Palermo

data: 2013

Regione: Sicilia

Una realtà alla quale ‘ancorarsi’, per ricevere sostegno e aiuto in ambito ospedaliero. È necessario partire dal titolo del progetto, A.N.C.O.R.A., messo in piedi nel gennaio del 2011 dal Policlinico Giaccone di Palermo, per rendersi conto di quanto ...

Leggi tutto...

Percorsi diagnostici terapeutici assistenziali integrati come strumento di governo clinico per il miglioramento della qualità dell’assistenza

AOU di Parma

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Se ne parla e la si invoca da anni, oramai quasi da un decennio, come il rimedio perfetto per contrastare i tanti problemi sanitari, di bilancio e di gestione, che affliggono le complesse società moderne. Stiamo parlando della cosiddetta ‘continuità ...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.