Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2020

Covid-19, sul sito della Ausl di Reggio Emilia pillole video e materiale illustrativo per sostenere i pazienti a distanza

Emilia Romagna
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Vicini a pazienti e famiglie nonostante il distanziamento sociale. I professionisti dell’Ausl IRCSS di Reggio Emilia, in seguito alla sospensione di molte delle attività terapeutiche e assistenziali, hanno deciso di pubblicare online video e materiale illustrativo contenenti suggerimenti e informazioni utili per l’autogestione quotidiana e l’autocura, in particolare in relazione a situazioni e patologie di diversa natura. In seguito all’isolamento necessario per contenere la diffusione del Covid-19, non sono infatti pochi i genitori rimasti soli nella gestione dei figli con bisogni particolari, i pazienti costretti a interrompere il trattamento riabilitativo e le future mamme impossibilitate a partecipare ai corsi pre-parto in presenza.

Fra i materiali messi a disposizione dell’Ausl IRCCS di Reggio Emilia, vi sono le pillole video di accompagnamento e sostegno alle future e neo mamme, realizzate dalle ostetriche, in cui si affrontano i temi del travaglio, della nascita, dell’allattamento, ma anche del ruolo del padre e delle prime cure di cui necessita il bambino appena nato.

Per far fronte all’insorgenza di dolori articolari e muscolari causati dalla mancanza di movimento, è stato lanciato un progetto di educazione terapeutica, che prevede la pubblicazione di video, realizzati dai fisioterapisti dell’Ausl, contenenti alcune indicazioni di autocura, e nello specifico una serie di esercizi da poter effettuare in sicurezza a casa; fra questi, anche quelli indicati per i pazienti guariti o dimessi dall’ospedale, reduci dall’infezione da Covid-19.

 E ancora, una sezione è dedicata alla neuropsichiatria infantile per i bambini, con strategie e strumenti per sostenere il benessere, il gioco e la crescita dei figli in questo momento di emergenza, e uno spazio è riservato all’autismo, con sussidi utili per giocare insieme ai bambini e ai ragazzi e per aiutarli nell’apprendimento, con fiabe e spunti per la psicomotricità.

Scopri di più sul sito della Ausl di Reggio Emilia

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share

Esperienze simili

Lapis (Laboratorio permanente interservizi per la semplificazione della comunicazione scritta)

AUSL Modena

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Una seria razionalizzazione dei documenti in uso nell'Azienda sanitaria e un primo contributo alla dematerializzazione, con il passaggio da 148 moduli solo cartacei a 75 moduli online. È il principale risultato conseguito dall'AUSL Modena con “Lapis”...

Leggi tutto...

Consenso alle cure: il punto di vista del paziente come elemento essenziale per il miglioramento dei percorsi implementati

AO Provincia di Lecco

data: 2013

Regione: Lombardia

Il punto di vista del paziente come elemento essenziale del consenso alle cure. È il cuore di un progetto dell'Azienda Ospedaliera di Lecco volto ad assicurare l'autodeterminazione del malato, la sua maggiore partecipazione nell'affrontare le cure e ...

Leggi tutto...

La soddisfazione delle persone assistite

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

Pazienti “piuttosto soddisfatti” o “molto soddisfatti” per l'assistenza infermieristica ricevuta durante il ricovero presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria “Ospedali Riuniti” di Ancona nei tre presidi Umberto I, G.M. Lancisi e G. Salesi. Una perc...

Leggi tutto...

Miglioramento e umanizzazione della comunicazione con il paziente

ULSS 21 Legnago

data: 2013

Regione: Veneto

Dei pazienti che si lamentano per il trattamento medico l'80% desidera più attenzione da parte del personale sanitario, mentre il 90% chiede che il fatto da cui è scaturita la lamentela non si ripeta. I dati, estrapolati da uno studio britannico (“Pu...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.