Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

Friuli Venezia Giulia Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla conoscenza e sulle competenze, assicurando il diritto alla formazione permanente attraverso una pianificazione e una programmazione delle attività formative. Ne sa qualcosa l’Azienda per i Servizi Sanitari Triestina (ASS n.1), che già nel 2007 aveva capito l’importanza di questa strategia, allorché aveva istituito una rete di formazione aziendale che aveva il luogo nevralgico nel servizio “Formazione e Qualificazione del Personale” (FQP). Un servizio che aveva portato l’ASS1 a riconoscere nei protagonisti della rete interlocutori professionali e credibili, ma che non delineava in maniera precisa le competenze dei referenti di formazione. Così, anche per consolidarne il ruolo e puntare ad aumentare la loro capacità di gestire in maniera congiunta e condivisa l’intero processo della formazione all’interno dell’Azienda, la struttura triestina ha deciso nel febbraio 2011 di partire con un nuovo progetto legato alla formazione, che nasceva appunto dalle criticità evidenziate nelle riunioni di coordinamento della rete dei referenti di formazione e nei percorsi formativi loro dedicati. Criticità che mettevano in evidenza come, all’interno del gruppo, non ci fosse ancora una visione chiara e condivisa di quale dovesse essere il ruolo del referente e di come questo ruolo andava interpretato. Basandosi sulle esperienze pregresse l’Azienda triestina ha dunque deciso di articolare il nuovo progetto in 4 fasi, privilegiando momenti di lavoro in sottogruppo e sperimentazioni pratiche rispetto alle lezioni frontali: 1) “Aula di avvio”: fase di start up del progetto dove sono stati chiariti obiettivi, articolazione e fasi di lavoro che lo avrebbero caratterizzato; 2 e 3) in queste fasi l’obiettivo prioritario è stato quello di realizzare un’analisi sufficientemente approfondita per poi definire il Piano formativo aziendale; 4) In questa fase l’intento principale è stato quello di dare la possibilità ai referenti di auto-valutarsi oltre che valutare il percorso fatto ed aprire quindi a eventuali strade future. Un progetto formativo dunque molto articolato e complesso, che ha portato ad una definizione univoca di quale sia la mission del referente di formazione all’interno dell’ASS1 e che ha permesso di fare un lavoro di sintesi rispetto alle competenze necessarie a questa figura. Competenze che sono state quindi correlate a indicatori di tipo comportamentale e ‘pesate’ per dar luogo ad un profilo di competenze. Da un punto di vista organizzativo, inoltre, il progetto ha favorito lo sviluppo professionale dei partecipanti, incrementando la loro capacità di gestire il processo formativo all’interno della propria realtà lavorativa, attraverso un sapere esperienziale e un confronto costante con il gruppo dei referenti. Certo, l’esperienza di formazione lascia aperti ancora numerosi margini di miglioramento, oltre a presentare alcune incertezze e incongruenze. Ma il dato forse più interessante da sottolineare è rappresentato dalla voglia e la costante e continua ricerca di una coerenza di sistema. E questo fa ben sperare in chiave futura. L’esperienza messa in campo dalla ASS1 ha ottenuto una segnalazione di eccellenza per la sezione Progetti Formativi dell’XI Edizione del Premio Basile per la Formazione nella P.A.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA
  • AAS 1 Triestina
DIRETTORE GENERALE

Fabio Samani
Direttore Generale

REFERENTE

Patrizia Buzzai
P.O. Formazione e Qualificazione del Personale

Esperienze simili

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...
CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.