Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2011

Il ruolo della Direzione Medica di Presidio Ospedaliero Unico nella definizione e nel monitoraggio degli obiettivi di budget

Liguria Libro Bianco della Buona Sanità 2011
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Puntare sull’appropriatezza a tutti i livelli, dai comportamenti professionali alle prestazioni erogate sulla base delle risorse disponibili. In sintesi, adottare come strategici i principi e le logiche del “Governo Clinico”, inteso come una strategia mediante la quale le organizzazioni sanitarie si rendono responsabili del miglioramento continuo della qualità dei servizi e del raggiungimento di elevati standard assistenziali, stimolando la creazione di un ambiente che favorisca l’eccellenza professionale. Espressione spesso inflazionata, sia in ambiente medico che in ambito politico, il Governo Clinico presuppone la costituzione di contesti che favoriscano la responsabilizzazione dei singoli professionisti e la creazione di reti cliniche organizzative. Una strada non facile da seguire, ma che se applicata con rigore può portare a risultati non indifferenti, come dimostra il percorso intrapreso dalla ASL 3 Genovese, che nel marzo del 2010 ha dato avvio ad un progetto che si poneva come strategia quella di integrare il governo clinico all’interno del controllo di gestione/budget. Obiettivi concreti quelli di misurare gli indicatori definiti in sede di budget, con particolare attenzione (per il progetto in questione) agli indicatori di appropriatezza, di verificare lo stato di attuazione delle procedure aziendali, riconoscendo eventuali scostamenti e attuando azioni correttive (formazione, audit, revisione procedure). Aspetto di particolare rilevanza è la volontà di standardizzare le modalità di attuazione dei compiti istituzionali propri delle Direzioni Mediche Ospedaliere all’interno del processo di budget.. Al termine del primo anno di sperimentazione molti sono stati i miglioramenti dal punto di vista organizzativo, a cominciare dalla definizione degli obiettivi di Budget, in linea con la politica del Governo Clinico, e dal relativo monitoraggio da parte della Direzione Medica di Presidio, volta al raggiungimento del massimo livello di miglioramento della qualità possibile. Nello specifico tra gli obiettivi raggiunti  rientra la completa applicazione della Scheda Unica di Terapia (anche per la prescrizione e somministrazione di farmaci chemioterapici/antiblastici), della procedura per la documentazione di Sala Operatoria, della documentazione infermieristica, della catena di custodia alcool droga per i pronto soccorsi e i laboratori, della sicurezza trasfusionale e della prevenzione e trattamento ulcere da pressione. Inoltre, da un punto di vista prettamente economico, i risultati raggiunti hanno permesso di conoscere/misurare il rispetto delle procedure aziendali (indicatori di processo) e di misurare alcuni indicatori di esito (n. di infezioni da catetere vescicale, n. di ulcere da pressione, n. di cadute ecc). Con tali misurazioni si procederà in un secondo momento a definire le necessarie azioni correttive volte al miglioramento della sicurezza del paziente e al contenimento dei costi derivanti dalla gestione degli eventi avversi. Il progetto, che proseguirà in forma stabile, non ha ricevuto forme di finanziamento esterne.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Corrado Bedogni
Direttore Generale

REFERENTE

Bruna Rebagliati
Direttore Generale

Esperienze simili

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla co...

Leggi tutto...

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.