Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2011

Innovazione e accertamento funzione ICT

Toscana Libro Bianco della Buona Sanità 2011
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Riunire sotto un’unica cabina di regia tutte le procedure informatiche e i relativi servizi delle aziende sanitarie del territorio di riferimento. Lo ha fatto l’Estav Centro della Toscana con un progetto ad hoc di innovazione e accentramento delle funzioni relative alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) avviato nel 2010.

Istituti con la Legge regionale n. 40 del 24/02/2005, gli Estav, ovvero gli Enti per i Servizi Tecnico-amministrativi di Area Vasta, sono uno strumento di un più ampio processo di razionalizzazione delle risorse e unificazione di standard, percorsi operativi e procedure, iniziato nella Regione Toscana con la costituzione delle Aree Vaste, nell'ottica di innalzare il livello di qualità dei servizi erogati. L’Estav Centro comprende l’AUSL 3 di Pistoia, l’AUSL 4 di Prato, l’Azienda sanitaria di Firenze, l’AUSL 11 di Empoli, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze. Enti del Servizio Sanitario regionale, gli Estav svolgono diverse funzioni, fra cui sono annoverate quelle di gestione delle reti e delle tecnologie informatiche, con particolare riguardo all’integrazione e all’organizzazione del Centro unificato di prenotazione (Cup). In adempimento a questa disciplina si inserisce il progetto dell’Estav Centro.

Tenuto conto delle differenze applicative dei sistemi informatici delle varie aziende sanitarie e della diversa distribuzione sul territorio del personale addetto all’Ict, l’iniziativa si è inizialmente concentrata sulla creazione di un nuovo modello organizzativo volto a coordinare a livello centralizzato i servizi informatici delle ASL. In questo modo si è resa possibile la gestione di un unico budget per il comparto Ict, si è avviato il monitoraggio dei livelli di servizio e si è attuata una sostanziale uniformità delle procedure informatiche all’interno dell’Area Vasta Centro. Un percorso reso possibile da iniziative di formazione e di specializzazione del personale, altresì previste dal progetto. Destinatari dell’esperienza sono stati in primo luogo il Dipartimento Ict e poi i dipendenti delle ASL che fruiscono del servizio. Oltre alle aziende sanitarie di Area Vasta Centro sono stati inoltre coinvolti nel progetto tutti gli enti o aziende che volevano convenzionarsi con Estav per l’esercizio della funzione Ict.

L’iniziativa puntava sostanzialmente all’unitarietà di progettazione e gestione dei sistemi informatici e informativi aziendali e a definire standard tecnologici condivisi e cicli di vita degli strumenti informatici. Un nuovo modello organizzativo che avrebbe consentito di ridurre le spese per il comparto e unificare procedure e processi.

Obiettivi raggiunti, come confermano alcuni dei risultati evidenziati dall’Estav Centro. Fino ad ora si è ottenuto in particolare un accorpamento dei contratti per software, hardware e relativi servizi manutentivi che ha prodotto un’economia di spesa pari a 200 mila euro per tutto il sistema. L’applicazione del progetto ha poi portato a un accentramento organizzativo all’interno dell’area metropolitana dove prima si contavano quattro strutture Ict, ridotte dopo le innovazioni organizzative a due sole sezioni, una di riferimento delle aziende ospedaliere e una delle aziende territoriali. Realizzata in forma sperimentale l’esperienza è oggi adottata in forma stabile dall’Azienda.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA
  • ESTAV Centro
DIRETTORE GENERALE

Monica Piovi
Direttore Generale

REFERENTE

Carla Buonamici
Controllo di Gestione

Esperienze simili

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla co...

Leggi tutto...

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.