Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2011

La gestione standardizzata e informatizzata dei materassi antidecubito a motore nell'AOU di Bologna

Emilia Romagna Libro Bianco della Buona Sanità 2011
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Informatizzare la gestione dei materassi antidecubito e uniformare i comportamenti nella scelta dei presidi antidecubito motorizzati degli infermieri sulla base delle indicazioni contenute nelle linee guida internazionali. Un progetto apparentemente non di grande impatto mediatico, quello intrapreso dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna nel giugno del 2008, ma di sicuro valore clinico, considerato che le lesioni da decubito, conseguenza diretta di una prolungata compressione sui tessuti, sono spesso il frutto di una cattiva assistenza in ambito domiciliare o ospedaliero, e si verificano quando non vengono attivate le necessarie tecniche di prevenzione e l’utilizzo dei moderni ausili antidecubito. Obiettivo del progetto, dunque, destinato a tutte le unità operative dell’Azienda che ricoverano pazienti con lesioni da pressione o a rischio di insorgenza, da un lato quello di assicurare l’appropriatezza nell’assegnazione dei materassi antidecubito motorizzati, e dall’altro di rendere la trasmissione della richiesta più veloce attraverso un programma informatizzato che permette di evitare la perdita di tempo telefonica e di garantire quindi al paziente il presidio antidecubito motorizzato necessario nel minor tempo possibile. Per operare in questa direzione il progetto, che si è concluso nel gennaio 2010 ma che è stato poi adottato in forma stabile dall’Azienda, ha previsto la gestione del noleggio dei materassi antidecubito a motore in service, con possibilità di scelta tra 4 tipologie con caratteristiche diverse, per la gestione dei pazienti a rischio o con lesioni da pressione. La gestione è avvenuta con modalità informatizzata e sulla base di una linea guida evidence-based di riferimento. Mentre l’assegnazione del presidio è stata effettuata tramite un algoritmo che valutava l’indice di rischio (espresso dall’Indice di Braden), la presenza di lesioni da pressione e la valutazione dell’umidità e della mobilità del paziente rispetto agli items della Braden “Umidità” e “Mobilità”. Una procedura, quella messa a punto dall’AOU di Bologna, che ha generato risultati importanti, sia per una maggiore appropriatezza nell’assegnazione dei materassi antidecubito a motore, sia per quanto riguarda la riduzione dei tempi di attesa fra la richiesta e la consegna dei presidi e la rintracciabilità delle informazioni relative alla assegnazione, consegna e tempo di utilizzo del presidio. Inoltre il monitoraggio delle assegnazioni ha consentito un controllo del budget assegnato ai materassi antidecubito motorizzati sia su base aziendale che di U.O., assicurando il mantenimento di quanto definito su base annua. Una decisione, questa, coerente con gli obiettivi di pianificazione strategici intrapresi dalla Regione Emilia-Romagna, che ha predisposto gare per l’acquisizione delle superfici antidecubito a motore per tutto il territorio regionale con l’obiettivo di contenere la spesa e migliorare l’appropriatezza nella scelta dei presidi. Il progetto non ha beneficiato di finanziamenti esterni per la sua realizzazione, ma ha tuttavia previsto iniziative formative, mirate anche a fornire al personale infermieristico uno specifico addestramento all’utilizzo del software.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Sergio Venturi
Già Direttore Generale

REFERENTE

Patrizia Taddia
Direttore S. Infermieristico Tecnico Riabilitativo

Esperienze simili

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla co...

Leggi tutto...

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...
CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.