Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2011

Logistica organizzativa della gestione del rischio ospedaliero

Marche Libro Bianco della Buona Sanità 2011
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Una migliore comunicazione con i familiari dei pazienti, più interdisciplinarietà dei percorsi assistenziali, una maggiore consapevolezza negli operatori sanitari delle dinamiche giurisprudenziali inerenti la responsabilità professionale. Sono solo alcuni dei cambiamenti più significativi riscontrati dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona grazie alla nuova organizzazione della gestione del rischio ospedaliero ottenuta con un progetto ad hoc avviato a novembre 2007.

Tuttora in corso con aggiornamenti periodici e costante monitoraggio grazie a un database elettronico, il progetto dell'AOU marchigiana punta sulla gestione del rischio come elemento di governo clinico, cercando di assicurare l'univocità interpretativa e funzionale delle sue due componenti: quella clinico-assistenziale e quella economico-assicurativa. In linea con gli allora emergenti indirizzi ministeriali e nata con il piano strategico aziendale 2007-2009, l'iniziativa ha preso il via con un percorso di riorganizzazione e completamento delle esistenti funzioni attive nel settore del risk management e oggi l'esperienza è adottata in forma stabile dall'Azienda.

In primis è stato definito il nuovo assetto organizzativo della gestione del rischio con l'istituzione dell'Unità per la Gestione del Rischio Ospedaliero (UGR) e della Commissione di valutazione dei sinistri (CVS). In secondo luogo il coordinatore dell'Unità per la Gestione del Rischio Ospedaliero ha steso i regolamenti operativi necessari per l'avvio dell'attività dei due organismi appena creati.

Alla UGR, di composizione multidisciplinare, è affidata l'individuazione di percorsi di identificazione degli eventi avversi, delle criticità meritevoli di analisi attraverso la definizione di matrici di priorità di rischio, la promozione di azioni correttive per le criticità rilevate, la promozione delle migliori pratiche cliniche e della formazione del personale. La Commissione di valutazione dei sinistri, che invece ha un indirizzo prevalente medico-legale, ha il compito di esaminare ogni istanza risarcitoria di competenza sanitaria avanzata ai sensi delle polizze assicurative vigenti. L'organismo si esprime sull'eventuale sussistenza di responsabilità professionale e, in caso affermativo, definisce le componenti di danno e la relativa quantificazione economica, fino a svolgere attività di definizione transattiva del contenzioso extragiudiziale. Alle strutture ospedaliere viene poi di volta in volta fornito il feedback dell'attività valutativa e dell'andamento del contenzioso.

Alta è stata l'adesione al progetto, con percentuali di partecipazione alle attività peritali superiori al 90%, anche perché la novità ha coinvolto tutto il personale aziendale e in più altri soggetti: la Aon, broker aziendale, e la società Generali Assicurazioni. Fra gli altri risultati raggiunti anche la definizione di linee guida interne sulla documentazione clinica e l'adozione della scheda terapeutica unica (STU), la rivisitazione e l'implementazione dei percorsi di informazione e consenso, insieme a una maggiore consapevolezza delle dinamiche assicurative e alla gestione autonoma del mercato assicurativo. In particolare il progetto ha portato anche a un contenimento delle spese legali e a una riduzione del premio assicurativo con introduzione di voci di franchigia a gestione diretta.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA DIRETTORE GENERALE

Gino Tosolini
Già Direttore Generale

REFERENTE

Andrea Soccetti
Coordinatore Unità Gestione Rischio

Esperienze simili

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla co...

Leggi tutto...

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.