Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2011

Qua&L@ - Il Telelavoro per la Qualità

Veneto Libro Bianco della Buona Sanità 2011
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Il telelavoro per aumentare la produttività aziendale e migliorare la qualità di vita per i dipendenti diversamente abili o per quelli che usufruiscono dei permessi per assistenza in base alla legge 104/92. È questa la soluzione adottata dall'Azienda ULSS 21 Legnago e realizzata grazie al progetto “Qua&L@ - Il Telelavoro per la Qualità”, patrocinato dalla Regione Veneto.

L'iniziativa della struttura sanitaria è stata avviata nel settembre del 2008 per coniugare la sensibilità verso le garanzie del lavoratore con le esigenze del mercato e dell'organizzazione del lavoro, raccogliendo la sfida di una crescente domanda di flessibilità a fronte dell'aumento di invalidità civile e di certificazioni dello stato di handicap secondo la legge 104/99. Scenario confermato dagli ultimi dati del Ministero della Pubblica Amministrazione, secondo cui nel 2010 non meno di 254.574 dipendenti della P.A. hanno usufruito di permessi per l'assistenza ai familiari disabili gravi o per la loro stessa disabilità e più di 5 milioni in un anno sono state le giornate lavorative dedicate a questo scopo. In Italia sono circa tre milioni le persone con disabilità, secondo indagini Istat, il 5% della popolazione. Conciliare il lavoro con la disabilità  è una necessità prioritaria, considerando che il 93% dei diversamente abili vive in famiglia.

In questo contesto la ULSS 21 Legnago ha dato vita a “Qua&L@” e ha sperimentato per un anno il telelavoro a domicilio con postazioni multimediali complete, connessione veloce in rete con l'Adsl, l'utilizzo di software dedicati e la possibilità di videochiamare in ufficio per garantire, anche da casa, una completa autonomia nello svolgimento del proprio lavoro. Per l'assistenza ad eventuali problemi tecnici è stato inoltre previsto un aiuto sempre “in linea”. L'investimento iniziale è stato di poco più di 26.200 euro, per l'80% finanziato dall'Assessorato alle Politiche sociali della Regione Veneto, mentre in sede progettuale e attuativa l'Azienda sanitaria si è avvalsa del supporto del Tribunale del Malato di Cittadinanzattiva e dell'Associazione nazionale mutilati ed invalidi civili (Anmic) con sede a Verona.

Monitorato a cadenza quadrimestrale da parte di una psicologa del lavoro con questionari e interviste semi-strutturate, il progetto sperimentale – ora adottato solo in parte in Azienda – ha interessato nel dettaglio quattro dipendenti diversamente abili, assunti con la legge 68/99, e due lavoratori che usufruivano di permessi retribuiti grazie alla legge 104/92.

I vantaggi ottenuti sono stati molteplici, a partire dal cambiamento culturale registrato in Azienda nonostante le resistenze iniziali dovute alla radicata convinzione – poi superata – che la produttività dei dipendenti fosse correlata al controllo diretto esercitato dai superiori o al fatto di trovarsi semplicemente in ufficio. Più in generale, i soggetti coinvolti nel progetto hanno potuto risparmiare sugli spostamenti casa-lavoro, migliorando la gestione del proprio tempo e la stessa produttività. L'esperienza è stata premiata al primo concorso indetto nell'ambito della quinta Giornata aziendale della qualità, con richiami sulla stampa locale e di settore.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA
  • ULSS 21 Legnago
DIRETTORE GENERALE

Daniela Carraro
Direttore Generale

REFERENTE

Daniele Caprara
Responsabile Sezione Qualità

Esperienze simili

Progetto Per.La – Personalizzazione degli orari di lavoro e telelavoro in APSS

APSS Trento

data: 2013

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Favorire forme di flessibilità degli orari di lavoro e di telelavoro dei dipendenti in maniera tale da garantire un rapporto più bilanciato tra vita lavorativa e vita personale. Supportata da questa convinzione, emersa da uno studio interno realizzat...

Leggi tutto...

Rete regionale Trapianti di rene

AOU Ospedali Riuniti Ancona

data: 2013

Regione: Marche

“Chi salva una vita salva il mondo intero”. Per una volta è forse opportuno partire dalla fine. O meglio dal 21 settembre 2012, quando lo slogan sopra citato comparve su un elegante invito realizzato dalla Regione per celebrare il prestigioso traguar...

Leggi tutto...

Delineare le competenze dei referenti della formazione per ridisegnare il processo della formazione continua in ASS 1 Triestina

ASS 1 Triestina

data: 2013

Regione: Friuli Venezia Giulia

Negli ultimi tempi la formazione ha assunto una rilevanza sempre maggiore all’interno dei sistemi sanitari avanzati. Sistemi che, in epoca di rivoluzione digitale, per garantire una elevata qualità dei servizi devono necessariamente fondarsi sulla co...

Leggi tutto...

Piano delle Performance dell’ASL di Varese

ASL Provincia di Varese

data: 2013

Regione: Lombardia

In tempi di ristrettezze economiche, che a più riprese minacciano la sostenibilità del Servizio Sanitario nel suo complesso, migliorare le performance delle amministrazioni dovrebbe essere un obiettivo comune per tutte le strutture che lavorano e ope...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.