Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Buona sanità

2013

Adozione di un programma informatizzato di prescrizione e somministrazione personalizzata e gestione delle terapie

Emilia Romagna Libro Bianco della Buona Sanità 2013
Descrizione
Richiedi informazioni

Descrizione

Terapie più sicure, con somministrazione di farmaci personalizzata, grazie all'informatizzazione del sistema delle prescrizioni. Ci ha pensato l'Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia che ha avviato una prima fase sperimentale della tecnologia nel 2006 – in collaborazione con l'Azienda Usl di Reggio Emilia e prendendo spunto dalle esperienze di altre realtà regionali – per poi introdurre nello stesso anno un "Piano programma aziendale di gestione del rischio" sulla base delle linee di indirizzo della Regione Emilia Romagna. La fase sperimentale è stata superata nella seconda metà del 2007, con l'attuazione del progetto che dovrebbe concludersi a dicembre 2014.

L'iniziativa nasce in primo luogo dall'esigenza di garantire al paziente una maggiore sicurezza, prevenendo gli errori di terapia che possono verificarsi durante la gestione dei farmaci, ma è stata altresì dettata dalla necessità di agevolare gli operatori sanitari nello svolgimento delle loro attività con l'ausilio di nuove tecnologie e dalla richiesta di garanzia di tracciabilità dei processi connessi alla gestione del farmaco in tutte le fasi. I sistemi di prescrizione informatizzati hanno infatti dimostrato di essere in grado di ridurre gli errori di terapia e di dare dei benefici che superano la semplice sostituzione del foglio cartaceo con quello elettronico e che consistono soprattutto nell'integrazione con strumenti a supporto della decisione clinica.

Il progetto prevede l'informatizzazione di tutto l'iter di terapia per il singolo paziente: dalla prescrizione alla somministrazione dei farmaci. Con il nuovo sistema il medico fa la sua prescrizione al computer guidato da una serie di informazioni fornite in tempo reale dal programma, come le eventuali segnalazioni di allergie, le interazioni tra farmaci, possibili duplicazioni terapeutiche. Elementi che consentono di avere una prescrizione completa: via di somministrazione, dose, unità posologiche, modalità di somministrazione. Nella fase successiva, con i dati della terapia registrati in tempo reale su un lettore di codici a barre, il personale infermieristico somministra la terapia attraverso la lettura del ‘barcode’ impresso sulla confezione del farmaco e del braccialetto identificativo del paziente (fornitogli al momento del ricovero). In questo modo il sistema informatizzato incrocia i dati della terapia con quelli di paziente e somministrazione, inviando una sorta di allarme in caso di errore. Così si eliminano dubbi nell'interpretazione della terapia riuscendo a realizzare procedure semplificate nella preparazione del carrello delle terapie, adattabili alle esigenze organizzative del reparto.

A dicembre 2012 il sistema di gestione della terapia era già in uso in 23 strutture di degenza, per un totale di 560 posti letto in regime di ricovero (74%). Nello stesso anno sono state effettuate 376.960 prescrizioni, 1.645.465 somministrazioni e sono stati rilevati 1.503.369 parametri nei reparti informatizzati. L'utilizzo dei sistemi di controllo all'atto della somministrazione è stato monitorato periodicamente ogni tre mesi.

Oltre che da una riorganizzazione, non drastica, dei reparti, l'implementazione del sistema informatizzato è stata accompagnata da iniziative di formazione, prima teorica, di medici, infermieri, personale di supporto e poi pratica sul campo.

Il progetto è stato indicato come “Buona pratica” dall'Agenas nel 2009 e nel 2011 ed è citato in numerose pubblicazioni italiane e internazionali.

Contattaci

fcpdnbb:
Campo obbligatorio Nome corretto
nome:
Campo obbligatorio Nome corretto
cognome:
Campo obbligatorio Cognome corretto
email:
Email non valida Email corretta
telefono:
oggetto:
Campo obbligatorio Messaggio corretto
Campo obbligatorio

condividi Facebook share
AZIENDA
  • AO di Reggio Emilia
DIRETTORE GENERALE

Ivan Trenti
Direttore Generale

REFERENTE

Annamaria Valcavi
Servizio di Farmacia

Esperienze simili

Sistema informatico per la sorveglianza di laboratorio delle infezioni correlate all'assistenza e degli eventi alert

APSS Trento

data: 2011

Regione: Provincia Autonoma di Trento

Le infezioni correlate all’assistenza ospedaliera (ICA) rappresentano un problema rilevante per tutte le strutture sanitarie, anche perché coinvolgono sia l’aspetto propriamente assistenziale sia quello inerente alla gestione economica di un ospedale...

Leggi tutto...

La scatola delle idee

ASL 4 Chiavarese

data: 2013

Regione: Liguria

Partecipazione, miglioramento continuo e customer satisfaction. Si muove intorno allo sviluppo di questi tre concetti l’azione dell’Azienda Sanitaria di Chiavari, in Liguria, che nel gennaio del 2013 ha lanciato un inedito progetto, innovativo sin da...

Leggi tutto...

Collegamento in Rete dei Centri Emofilia e Network con i Pronto Soccorso della Regione Emilia-Romagna

AOU di Parma

data: 2013

Regione: Emilia Romagna

Cartelle mediche online e collegamento in rete dei Centri Emofilia e dei Pronto Soccorso: così l'Emilia Romagna è diventata la prima regione italiana a dotarsi di un network avanzato che garantisce ai pazienti emofiliaci – circa mille in regione – di...

Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.