Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

FIASO al Convegno nazionale FADOI

01/02/2018 Area Tematica: Newsletter n°1/2018
condividi Facebook share

FADOI, Società Scientifica di Medicina Interna, ha organizzato a Roma nei giorni 16 e 17 gennaio 2018 presso il Ministero della Salute, il Convegno nazionale “Valutare le competenze cliniche dei medici: una straordinaria opportunità per la crescita professionale e di carriera? La triangolazione tra Società Scientifiche, Aziende Socio Sanitarie, Ordine dei Medici per la carriera dei professionisti”.
Scopo dell’ incontro è stato riflettere insieme a esperti autorevoli su come migliorare, attraverso la formazione e la ricerca clinica, le capacità tecnico-scientifiche dei medici internisti ospedalieri per garantire:
1.    una prestazione sanitaria di qualità;
2.    la capacità di saper rispondere a sfide quali i cambiamenti epidemiologici, le polipatologie e le ridotte evidenze scientifiche sul paziente reale;
3.    l’affermazione della credibilità della professione medica, grazie alla propria storia e al rispetto dell’etica professionale.
In rappresentanza di FIASO al Convegno ha partecipato Valerio Fabio Alberti, Past President e DG ASL Città di Torino, che ha evidenziato il punto di vista delle Aziende sanitarie nel percorso di valutazione delle competenze professionali, sia nel campo gestionale come in quello clinico.
In un’organizzazione altamente complessa quale è quella della sanità, la condivisione delle due componenti è indispensabile per consentire la manutenzione del patrimonio complessivo delle competenze aziendali, per programmare, implementare, provvedere al reclutamento e alla formazione del personale e ottenere il rispetto degli obiettivi attesi.
La cultura apre la strada al cambiamento - ha sostenuto Alberti - tenendo presente, però, che un sistema di valutazione apre la strada alla meritocrazia e rappresenta quindi, in un certo senso, un vero e proprio grimaldello. Il processo di valutazione è di conseguenza un buon terreno dove possono collaborare i ben intenzionati che vogliono schivare la “tempesta perfetta”.

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.