Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Asm Matera, al via la campagna per la vaccinazione dei migranti. Il Commissario straordinario Pulvirenti: “Nessuno sarà lasciato indietro, in parti...

18/08/2021
condividi Facebook share

Prende avvio oggi nel Materano la campagna per la vaccinazione anti-Covid dei migranti. L’iniziativa è della Asm Matera che, in collaborazione con la Prefettura di Matera e con il team vaccinale delle unità mobili della Difesa messe a disposizione dal generale Figliuolo, consentirà ai migranti che vivono nei centri di accoglienza stranieri (Cas) dei comuni di pertinenza della Asm di ricevere il vaccino.

Si inizia oggi con il Cas attivo nel comune di Ferrandina, per proseguire con quelli presenti a Irsina, Miglionico, La Martella e Tinchi.

“Raggiungeremo i circa 150 migranti che vivono stabilmente nei Cas del territorio, fra cui anche i 50 minori non accompagnati, che sono seguiti da un tutore legale”, dichiara Sabrina Pulvirenti, Commissario straordinario della Asm Matera. “Ai minori sarà somministrato il vaccino Pfizer, mentre gli adulti, in base all’anamnesi svolta dal medico vaccinatore del team della Difesa, avranno una doppia opzione: Pfizer, con doppia dose, o J&J, che prevede una singola dose. La vaccinazione avviene su base volontaria e nel pieno rispetto della privacy e gli operatori saranno sempre a disposizione in caso di difficoltà”.

“Obiettivo della campagna è raggiungere un target di popolazione che difficilmente si sarebbe recato spontaneamente nei centri vaccinali”, prosegue Pulvirenti. “L’Asm Matera rivolge inoltre a tutti gli stranieri, anche a quelli impegnati nel lavoro stagionale in agricoltura, un appello a sottoporsi alla vaccinazione presso i punti vaccinali del territorio: nessuno sarà lasciato indietro, in particolar modo in una situazione epidemiologica complessa come quella che stiamo vivendo”.

Oltre al coinvolgimento dei Cas, la campagna prevede infatti, a partire dal 23 agosto, l’allestimento di un punto vaccinale a Metaponto borgo, per dare un’ulteriore possibilità agli “invisibili” di vaccinarsi, anche grazie alla collaborazione delle associazioni civiche e delle parrocchie.

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.