Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

La Asl Cuneo 2 si aggiudica il premio FIASO “Innovazione digitale in sanità” 2021

27/05/2021 Area Tematica: Comunicati Stampa
condividi Facebook share
C.stampa

Un sistema che consente il telemonitoraggio domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19, ma anche dei soggetti ipertesi con malattia renale avanzata e degli individui in trattamento con emodialisi ambulatoriale ospedaliera. È il progetto Biocare, realizzato dalla Asl Cuneo 2, vincitrice del premio per l’innovazione digitale in sanità assegnato da FIASO, la Federazione delle Aziende sanitarie e Ospedaliere. La consegna del riconoscimento è avvenuta ieri, mercoledì 26 maggio, nell’ambito del “Premio Innovazione Digitale in Sanità” promosso dall’Osservatorio Innovazione Digitalein Sanità della School of Management del Politecnico di Milano.

L’iniziativa, sviluppata in collaborazione con Tesisquare®, permette di raccogliere i parametri clinici e le informazioni relative ai sintomi emersi grazie alla somministrazione di questionari inviati via sms al paziente o al caregiver. È il personale sanitario a definire la programmazione degli invii e il loro contenuto, personalizzandoli in relazione alla patologia da monitorare.

In seguito alla compilazione dei questionari, i dati vengono raccolti e organizzati in un database online che ne consente la visualizzazione sintetica attraverso una dashboard, che attraverso un sistema di colori permette di verificare in modo rapido la situazione dei pazienti monitorati: il giallo indica il mancato invio o ricezione del messaggio, il grigio la mancata risposta, il verde che i parametri rilevati rientrano in un range di normalità e il rosso che eccedono le soglie prestabilite. La piattaforma consente, inoltre, al medico di accedere alle sezioni dedicate a ciascun paziente e di analizzare nel dettaglio i dati, sotto forma di grafici e tabelle. I dati verranno poi validati dal personale sanitario e, in uno specifico campo note, verrà riportata la valutazione dei parametri analizzati.

Per Francesco Ripa di Meana, Presidente di FIASO, “Il progetto Biocare è un esempio di quanto le nuove tecnologie possano mettere a nostra disposizione per contribuire a garantire, anche in un periodo complesso come quello pandemico, la continuità delle cure ai pazienti più fragili, per i quali è necessario sottoporsi regolarmente a visite e controlli, così come ai soggetti affetti da Covid-19 in isolamento domiciliare. Un passo in avanti per la continuità delle cure dei pazienti cronici, che ha effetti positivi sulla compliance terapeutica e sul miglioramento del percorso di follow up, oltre a rappresentare anche uno strumento di ottimizzazione del lavoro del personale sanitario. Un punto di partenza per guardare a nuovi traguardi, con l’auspicio che il Recovery plan sia l’occasione giusta per mettere a sistema questo genere di innovazione”.

Punti di forza e sviluppi futuri

Il progetto Biocare, attivo da aprile 2020, ha permesso di seguire 121 pazienti Covid mediamente gravi in isolamento domiciliare, grazie all’invio, da maggio 2020 a febbraio 2021, di più di 5.200 questionari, con una frequenza di due al giorno, per rilevare pressione, frequenza cardiaca, tosse, temperatura, dispnea e saturazione di ossigeno. Nel caso, invece, dei soggetti in trattamento con emodialisi ambulatoriale ospedaliera, è stato effettuato il pre-triage in ambito Covid, allo scopo di rilevare sintomi da sospetta infezione da Sars-Cov-2 e isolare i pazienti positivi, sia durante il trasporto, sia durante il trattamento: nell’80-85% del totale dei pazienti in emodialisi è stato possibile sostituire il pre-triage telefonico con questo sistema. Riguardo, infine, ai pazienti ipertesi con malattia renale avanzata, da novembre 2020 a febbraio 2021 sono stati 96 i soggetti presi in carico e più di 1.600 i questionari somministrati.

Fra i pregi dell’iniziativa, la riduzione del carico di lavoro sanitario per la raccolta dei dati e il miglioramento del percorso di follow-up, anche attraverso la condivisione dei dati tra più specialisti e operatori sanitari. Il progetto ha contribuito, inoltre, a sviluppare nel paziente una maggiore consapevolezza della malattia e maggiore sicurezza nella gestione della stessa, oltre ad averne migliorato la compliance rispetto alla registrazione dei parametri e alle prescrizioni.

Il modello adottato dalla Asl Cuneo 2 può essere replicato per la gestione di altre patologie croniche, come lo scompenso cardiaco e la broncopneumopatia cronica ostruttiva, per la gestione dei questionari di autovalutazione nell’ambulatorio delle cefalee e per il pre-triage Covid delle donne all’ultimo mese di gravidanza. La piattaforma potrà essere infine utilizzata per monitorare l’inventario delle scorte di materiale nei pazienti in dialisi peritoneale e in nutrizione parenterale domiciliare.

A tre Aziende FIASO i riconoscimenti del Premio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano

Il Premio Innovazione Digitale in Sanità 2021 è stato conferito quest’anno a due Aziende associate a FIASO, che si sono maggiormente distinte nella capacità di utilizzare le moderne tecnologie digitali.

Si tratta di AReSS Puglia,nella categoria “Servizi per l’integrazione ospedale-territorio”, e della ASST Grande Ospedale Metropolitano di Niguarda, nella categoria “Servizi per la presa in carico di patologie specifiche”.

Alla ASST Sette Laghi, infine, una menzione speciale per la categoria “Servizi al cittadino”.

I progetti vincitori confermano la necessità, sempre più impellente per le Aziende sanitarie, di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e di cambiamento, indispensabili per garantire risposte ai cittadini in un contesto in continua evoluzione come quello che stiamo vivendo. Il meccanismo virtuoso della condivisione delle buone pratiche si conferma, ancora una volta, una opportunità preziosa ed insostituibile.

 

Maggiori info su: osservatori.net

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.