Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Covid-19, il Ministero della Salute pubblica un bando per la ricerca

Obiettivo: acquisire rapidamente conoscenze in relazione a potenziali misure cliniche e di sanità pubblica che possono essere utilizzate per migliorare la salute dei pazienti

07/04/2020 Area Tematica: Coronavirus
condividi Facebook share

È stato pubblicato ieri il “Bando per la ricerca Covid-19”, con il quale il Ministero invita i ricercatori a presentare progetti di ricerca sanitaria con l’obiettivo di acquisire rapidamente conoscenze in relazione a potenziali misure cliniche e di sanità pubblica che possono essere utilizzate immediatamente per migliorare la salute dei pazienti, per contenere la diffusione del Coronavirus e comprenderne la patogenesi. 

Nello specifico, i quesiti, cui i ricercatori sono chiamati a rispondere riguardano cinque aree di indagine: analisi dei meccanismi patogenetici responsabili dell’insorgenza del Covid-19; sviluppo di un approccio diagnostico omogeneo su base nazionale; trattamento e Gestione del Paziente Critico affetto da COVID-19; riduzione del rischio degli operatori sanitari in ambiente ospedaliero e nella gestione domiciliare; politiche di Sanità pubblica per monitorare l’andamento dell’infezione nel tempo, l’efficacia delle misure contenitive e i fattori predisponenti l’incidenza e la mortalità, in particolare quelli presenti nei pazienti anziani e/o con multi-patologia.

Ciascun progetto selezionato potrà ricevere fino a un milione di euro, dei 7 milioni complessivamente stanziati, provenienti dai fondi per la ricerca corrente degli IRCCS, relativi agli anni finanziari 2020 e 2021. Trattandosi di fondi afferenti alla ricerca corrente, il destinatario istituzionale capofila del predetto finanziamento deve essere un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS). Il gruppo di ricerca può essere composto da unità operative afferenti a tutti i destinatari istituzionali e cioè: Istituto superiore di sanità, Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, Regioni e Province autonome e Istituti zooprofilattici sperimentali.

Il bando scade il 24 aprile.

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.