Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

La sfida del capitale umano

Tra fabbisogno specialistico e skill mix change: il personale sanitario prima e dopo il Covid. Non è più possibile rimandare scelte decisive in tema di risorse umane

03/03/2021
condividi Facebook share

di Luca Baldino, Nicola Pinelli e Chiara Serpieri

Articolo pubblicato nel numero di marzo di Panorama della Sanità

L'esperienza delle Aziende sanitarie nel corso dell’ultimo anno, di fronte alle sfide della emergenza, con le sue criticità e l’imprevedibilità del quadro epidemiologico, ha reso evidente (ma non altrettanto riconosciuto) come la capacità manageriale di scomporre e ricomporre continuamente il mix dei servizi e delle skill professionali sia stata la chiave di volta della tenuta del Ssn.

L’emergenza da Covid-19 ha comportato impatti rilevanti sull’organizzazione delle attività nelle Aziende sanitarie pubbliche. Gli effetti sull’organizzazione e gestione del lavoro del personale (in particolare dei professionisti) sono stati di grande rilievo, determinando un allentamento delle barriere professionali e disciplinari e dando evidenza, al tempo stesso, al patrimonio di motivazioni e senso di appartenenza. Nella gestione dell’emergenza, mission e capacità sostanziali hanno prevalso sui meccanismi formali di governo dell’Azienda laddove l’organizzazione è stata guidata più dalla capacità di leadership dei responsabili aziendali che da regole e procedure formali.

L’organizzazione del servizio sanitario è caratterizzata dai più alti indicatori di complessità, tassi di specializzazione del capitale umano e innovazione tecnologica. Si presta a essere considerata come un insieme di organizzazioni della conoscenza all’interno del quale la valorizzazione del capitale umano rappresenta il fattore strategico per ogni politica aziendale a sostegno delle garanzie di qualità e sostenibilità del Ssn.

Si tratta di un fattore che la Fiaso sostiene permanentemente ormai da molti anni, attraverso il suo Osservatorio sulle Politiche del personale. Una materia vasta e ricca di implicazioni, per i decisori così come per il management, che la pandemia, così come per altri settori delle politiche sanitarie, ha fatto emergere con maggiore evidenza ponendola sotto i riflettori, rendendo evidente, tra l’altro, che in tema di risorse umane non è più possibile rimandare scelte decisive, in grado di promuovere semplificazione, flessibilità, personalizzazione, operatività, tempestività. 

Il reclutamento realizzato e pianificato per gestire l’emergenza deve confrontarsi necessariamente con le esigenze assistenziali per rispondere ai bisogni della popolazione, e con i temi collegati alla qualità e sostenibilità del sistema, che si imporranno appena usciti dalla crisi pandemica. L’analisi della composizione del personale e dello skill mix professionale rappresenta, quindi, una necessità per affrontare al meglio le sfide attuali e future del servizio sanitario.

Continua a leggere scaricando l'articolo in allegato

Allegati

SCARICA Scarica l'articolo "La sfida del capitale umano"

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.