Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Pubblicazioni

Dicembre 2012

Il governo dei servizi territoriali: budget e valutazione dell'integrazione

Modelli teorici ed evidenze empiriche

Abstract:

La componente territoriale dei servizi sanitari e socio-sanitari è composta dall’insieme dei servizi e delle prestazioni che si svolgono in servizi preventivi o educativi di comunità, in regime ambulatoriale o diurno e con l’integrazione di un network di diversi professionisti (MMG, specialisti ambulatoriali, infermiere, assistenti sociali), o a domicilio del paziente, focalizzandosi su una logica di intervento preventiva e di presa in carico stabile del paziente (specialmente se cronico). Essa è in una fase storico-culturale di rilevante espansione sia in termini di volumi di prestazioni, sia di importanza clinica, grazie ai nuovi modelli di medicina, sempre più rivolti a contesti assistenziali ambulatoriali e diurni e a logiche preventive, anche in risposta all’evoluzione socio-epidemiologica caratterizzata da un significativo aumento della popolazione anziana e delle patologie croniche).

La trasformazione della geografia dei servizi, da ospedalieri a territoriali e della segmentazione nelle caratteristiche epidemiologiche dei pazienti, da prevalentemente acuti a prevalentemente cronici, modifica il quadro distintivo del management sanitario e richiede risposte sempre più complesse ed appropriate, sia in termini di mappe cognitive di policy makers, managers e professionisti, sia di evoluzione del contesto organizzativo ed ambientale, con un focus rivolto allo sviluppo di logiche e strumenti manageriali contestualizzati ai problemi emergenti.

Notevoli sforzi sono stati compiuti per generare nuovi modelli organizzativi ed assistenziali, che rimangono al centro di un ampio dibattito a livello regionale e nazionale. Se indubbiamente il processo di ricerca di nuovi modelli organizzativi ha rappresentato una rilevante occasione per riflettere criticamente sulla necessità di ripensare le logiche gestionali dell’assistenza sul territorio, tale innovazione organizzativa è stata però troppo spesso confinata ad un livello di riflessione “sovra-strutturale”, focalizzata più sugli aspetti macro-organizzativi che sulla ridefinizione dei processi assistenziali, con il rischio di agire solo in ottica residuale sulla concreta capacità delle aziende di guidare i professionisti che operano sul territorio.

È all’interno di tale dibattito culturale e per queste motivazioni che FIASO ha deciso di agire come agente di cambiamento, promuovendo una riflessione critica sullo stato dell’arte dell’organizzazione dell’assistenza territoriale all’interno del panorama nazionale e proponendo alcuni vettori di cambiamento. Nello specifico è stato proposto ad un gruppo di tredici Aziende Sanitarie Associate, rappresentative del sistema, di approfondire e valutare quale contributo fosse stato offerto dai modelli organizzativi ed assistenziali adottati ed applicati nell’assistenza territoriale.

Link alla pagina della pubblicazione sul sito di Egea.

Devi aver effettuato l'accesso per scaricare la pubblicazione. Effettua il login oppure registrati.

condividi Facebook share

Pubblicazioni Simili

Il processo di budget e il suo impatto sul comportamento dei dirigenti territoriali

Risultati dal Laboratorio di Ricerca FIASO Governo del Territorio

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.