Il tuo browser è molto datato. Per la corretta visualizzazione di questo sito e la sicurezza del tuo computer passa ad un browser più recente.
Ad esempio puoi scegliere tra i seguenti browser grauiti: Google Chrome, Mozilla Firefox.

Studi e Ricerche

aprile 2011 - luglio 2014

Laboratorio "PDTA: Percorsi diagnostico terapeutici e assistenziali standard per patologie croniche"

Area Tematica: Assistenza territoriale
Presentazione
Obiettivi
Eventi
Partecipanti

Presentazione

Negli ultimi decenni il SSN è stato caratterizzato da una costante e rapida crescita del peso dei servizi territoriali, sia dal punto di vista delle risorse investite che dal punto di vista dell’offerta di servizi. Rispetto all’assistenza ospedaliera, focalizzata sulla necessità di superare il momento acuto di cura del paziente con una tendenza alla riduzione dei tempi di permanenza negli istituti di ricovero, l’assistenza territoriale si basa sul principio della presa in carico stabile del paziente per la cura della cronicità. Da questa prospettiva, anche le scelte strategiche dei decisori si sono spostate verso la ricerca di strumenti di gestione innovativa dell’assistenza, quali la continuità assistenziale e la definizione di percorsi assistenziali di cura.

I percorsi diagnostico-terapeutici ed assistenziali (PDTA) rappresentano, in questa prospettiva, il disegno logico ed organizzato dell’insieme dei “prodotti” erogati dalle aziende sanitarie individuati secondo una strategia condivisa fra tutte le componenti sanitarie coinvolte e permettono di identificare i ruoli e le competenze di ognuna di queste parti. Le attività associate ad ognuno dei soggetti coinvolti si basano su profili di cura codificati, che vanno dal momento della diagnosi e di trattamento fino al follow-up del paziente cronico.

Obiettivi

  • Analizzare i percorsi diagnostico-terapeutici ed assistenziali (PDTA) per alcune patologie croniche territoriali in diverse aziende USL rappresentative del territorio nazionale
  • Calcolare il costo del percorso per patologia
  • Analizzare il percorso rispetto alla rete di offerta di patologia e verificare l’esistenza di correlazione tra costi dei percorsi e ambito di cura
  • Confrontare i percorsi reali con le evidenze scientifiche, attraverso uno steering committee di professionisti, per evidenziare gli scostamenti ed individuare aree di miglioramento

Eventi

gio-sab 10-15 lug 2014
Organizzato da: FIASO – CERGAS

Governo della salute nel territorio: PDTA Standard per patologie croniche

Roma
ven-sab 24-15 ott 2014
Organizzato da: FIASO - Emilia Romagna

Seminario "PDTA standard per le patologie croniche Focus RER"

Bologna

Partecipanti

COORDINAMENTO

Nicola Pinelli
Direttore
Fiaso

CENTRO DI RICERCA

Francesco Longo
Professore Associato
CeRGAS Università Bocconi

Valeria D. Tozzi
Ricercatrice
CeRGAS – SDA Università Bocconi

REFERENTI

Adalgisa Protonotari
Direttore U.O.C. Programmazione Sanitaria
AUSL Bologna

Adele Maggiore
Direttore Sanitario
AAS 1 Triestina

Andrea Saglietti
Collaboratore S.O.C. Programmazione e Controllo
ASL CN2 Alba Bra

Antonella Grotti
Responsabile Flussi informativi
AUSL Ferrara

Antonia Rosa Marseglia
Coordinatore Attività dei Dipartimenti
ASF 10 Firenze

Arianna Berardo
Sistema Informativo Direzionale Valutazione Strategica
AUSL della Romagna

Barbara Zilli
Responsabile P.O. Statistica ed Informatizzazione
AAS 1 Triestina

Cinzia Cattelini
Dirigente Controllo di Gestione
ASL Provincia di Sondrio

Cristina Beltramello
Già Direttore Sanitario
ULSS 3 Bassano

Cristina Montesi
Cure Ambulatoriali e Domiciliari, Continuità Terapeutica
AAS 1 Triestina

Cristina Peirano
Responsabile Controllo di Gestione
ASL CN2 Alba Bra

Cristina Velludo
Staff Distretto Sanitario – U.C.P.
ULSS 3 Bassano

Daniela Cademartori
Collaboratore Amministrativo – Centro Controllo Direzionale
ASL 4 Chiavarese

Elio Laudani
Responsabile Distretto di Bra
ASL CN2 Alba Bra

Elisabetta Barbiroglio
Direttore S.C. Organizzazione dei S.S. di Base – Distretto 15
ASL 4 Chiavarese

Emanuela Tanzi
Responsabile Controllo di Gestione
AO della Valtellina e della Valchiavenna

Emilia Molinaro
Responsabile Settore Aggiornamento e Formazione
ASL 4 Chiavarese

Enrico Camerin
Collaboratore Tecnico Ingegnere
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Federica Kessisoglu
Collaboratore Amministrativo – Centro Controllo Direzionale
ASL 4 Chiavarese

Federico Cuneo
Collaboratore Amministrativo – Centro Controllo Direzionale
ASL 4 Chiavarese

Filippo Cellai
Dipartimento Tecnologie e Sistemi
ASF 10 Firenze

Francesca Bravi
Dirigente Medico di Presidio Ospedaliero
AUSL della Romagna

Francesca Busa
Direttrice Distretti Sanitari
ULSS 3 Bassano

Giancarlo Landini
Direttore di Dipartimento Medico
ASF 10 Firenze

Giovanni Paolo Manca
Direttore Dipartimento C.P. e Continuità Assistenziale
ASL Provincia di Sondrio

Giuliano Blasetti
Responsabile Sistema Informativo
AAS 1 Triestina

Ilaria Castaldini
Collaboratore Statistico U.O.C. Programmazione Sanitaria
AUSL Bologna

Liliana Rappanello
Direttore Coordinamento Distretti
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Luca Monchiero
Responsabile Distretto di Alba
ASL CN2 Alba Bra

Lucia Zeni
Responsabile U.O. Monitoraggio Attività Distrettuali
ULSS 3 Bassano

Luciano Ferrari
Responsabile Sviluppo Organizzativo, Progettazione e Formazione
AUSL Parma

Marco Braida
S.S. Programmazione Strategica
AAS 1 Triestina

Marco Lombardi
Direttore U.O.C. Governo Clinico
AUSL Parma

Marco Spanò
Staff Direzione Strategica
AAS 1 Triestina

Maria Ficca
Collaboratore Gestione Mobilità Sanitaria e Reportistica
AUSL Ferrara

Maria Laura Rolandelli
Dirigente Medico di Presidio Ospedaliero
ASL 4 Chiavarese

Mario Saugo
Servizio Epidemiologico
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Massimo Annichiarico
Direttore Generale
AUSL Modena

Mauro Manfredini
Direttore Distretto Ovest
AUSL Ferrara

Mauro Marabini
Direttore Sanitario
AUSL Ferrara

Michela Piccinini
Direttore Controllo di Gestione
ULSS 3 Bassano

Michele Meschi
Dirigente U.O. Medicina Interna – Ospedale di Borgotaro
AUSL Parma

Milva Fanti
Dirigente Medico – Staff Programmazione e Controllo
AUSL della Romagna

Nadia Cattalini
Dirigente Medico
AO della Valtellina e della Valchiavenna

Oliveria Cordiano
Direttore U.O.C Controllo di Gestione
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Paola Argnani
Direttore U.O.C. Cure Primarie
AUSL Bologna

Pasquale Falasca
Responsabile Epidemiologia e Statistica Sanitaria
AUSL della Romagna

Roberto Toffanin
Direttore Sanitario
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Sandra Gostinicchi
Staff Direzione Sanitaria
ASF 10 Firenze

Sandro Guerra
Direttore Distretto Sud-Est
AUSL Ferrara

Sara Roberti
Controllo di Gestione
ULSS 3 Bassano

Sergio Maspero
Direttore Programmazione Aquisto e Controllo
ASL Provincia di Sondrio

Silvia Foglino
Coordinamento Laboratorio Organizzazione per Programmi
AUSL della Romagna

Stefano Palcic
Dirigente Farmacista – S.C. Assistenza Farmaceutica
AAS 1 Triestina

Stefano Rigon
Statistico
ULSS 4 Thiene-Alto Vicentino

Tatiana Romanini
Responsabile Gestione Flussi Informativi
AUSL Parma

Teresa Brocca
Direttore Dipartimento del Farmaco
ASF 10 Firenze

condividi Facebook share
CENTRO DI RICERCA

CERGAS Università Commerciale Luigi Bocconi
Centro di Ricerche sulla Gestione dell'Assistenza Sanitaria Sociale
www.cergas.unibocconi.it

PARTNER

Roche
www.roche.it

AZIENDE PARTECIPANTI

Pubblicazioni

Progetti Simili

Laboratorio "Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali" (1° step)

Luglio 2007 - giugno 2008

Obiettivi

  • mappare i servizi territoriali delle AUSL (tipologie ed estensione) e la correlata allocazione di risorse per verificare il loro diverso impatto sui consumi specialistici ed ospedalieri
  • analizzare i diversi modelli organizzativi delle aziende correlandole con il livello di integrazione dei processi diagnostici ed assistenziali raggiunti in ciascuna delle aziende
  • studiare gli strumenti manageriali adottati per verificarne l’incidenza sulle mappe cognitive e sugli indirizzi aziendali percepiti dai professionisti territoriali
Leggi tutto...

Laboratorio "Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali" (2° step)

Luglio 2008 - giugno 2009

Obiettivi

  • rilevare e misurare, attraverso alcuni indicatori proxy, le caratteristiche dell’organizzazione aziendale delle ASL coinvolte nella ricerca e l’offerta organizzativa strutturata secondo tre percorsi selezionati relativi a patologie croniche
  • misurare, alla luce delle evidenze emerse dallo studio, il livello di integrazione tra i professionisti, analizzato attraverso la rilevazione della longitudinalità delle loro relazioni e la qualità della risposta offerta ai pazienti
  • misurare il livello di efficacia degli sforzi condotti dall’organizzazione per realizzare l’integrazione delle cure. Il concetto di efficacia è esplicitato tramite la misura del livello di continuità delle cure tra pazienti e professionisti
Leggi tutto...

Laboratorio "Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali" (3° step)

Luglio 2009 - aprile 2010

Obiettivi

  • confrontare gli obiettivi delle schede di budget assegnate alle unità operative territoriali con (a) il percepito dei dirigenti responsabili di tali unità e (b) il percepito di altri dirigenti ed eventualmente quadri che lavorano all’interno di tali unità operative
  • valutare l’impatto del processo di budget su dimensioni individuali ed organizzative:
    - modalità di lavoro degli individui nella compartecipazione agli obiettivi aziendali
    - chiarezza del ruolo organizzativo degli individui
    - individuazione di leadership condivise e stili di leadership
    - livello di empowerment
    - livello di performance degli individui
Leggi tutto...

Privacy Policy | Condizioni d'uso

CC 2018 Fiaso. Alcuni diritti riservati.

CC 2014 Fiaso. Alcuni diritti riservati.